<p><strong>Sabato&nbsp;7 dicembre 2019, a partire dalle ore 17.45</strong>, nell&rsquo;ambito delle manifestazioni inserite nella&nbsp;<a target="_blank" href="https://www.edison.it/it/prima-diffusa">Prima Diffusa</a>,&nbsp;<strong>il museo ospiter&agrave; la proiezione su megaschermo dell&rsquo;opera &ldquo;Tosca&rdquo; di Giacomo Puccini</strong>&nbsp;trasmessa in diretta dal Teatro alla Scala. L&rsquo;ingresso &egrave; libero fino ad esaurimento posti:&nbsp;<strong>prenotazioni a&nbsp;<a target="_blank" href="mailto:info@museowow.it">info@museowow.it</a>&nbsp;/&nbsp;02 49524744</strong>.<br /><strong>Prima diffusa</strong>&nbsp;&egrave; un progetto di&nbsp;<a target="_blank" href="https://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it">Comune di Milano</a>&nbsp;ed&nbsp;<a target="_blank" href="http://www.edison.it/">Edison</a>&nbsp;per far vivere la Prima della Scala in tutta la citt&agrave;, il 7 dicembre e non solo.</p><p>Con la nuova produzione di <strong><a target="_blank" href="http://www.teatroallascala.org/it/stagione/2019-2020/opera/tosca-7-dicembre.html"><em>Tosca</em></a></strong> nell&rsquo;edizione critica di Roger Parker per Ricordi, il Direttore Musicale Riccardo Chailly continua il percorso di presentazione delle opere di Giacomo Puccini alla luce delle ricerche musicologiche pi&ugrave; recenti, con cui ha gi&agrave; riportato alla Scala <em>Turandot</em>, <em>La fanciulla del West</em>, <em>Madama Butterfly</em> e <em>Manon Lescaut</em>. Se nel corso dei decenni l&rsquo;opera di Gioachino Rossini e Giuseppe Verdi &egrave; stata ripensata grazie alle edizioni critiche e all&rsquo;esame delle varianti, i capolavori di Giacomo Puccini sono stati finora presentati in versioni che recavano spesso inconsapevolmente le incrostazioni della tradizione. Di qui l&rsquo;importanza della proposta: ma questa <em>Tosca</em> inaugurale sar&agrave; innanzitutto una festa della musica, grazie anche alle voci superbe di Anna Netrebko, Francesco Meli e Luca Salsi, e del teatro con il ritorno di Davide Livermore, gi&agrave; applauditissimo per <em>Attila</em> il 7 dicembre 2018, che si avvarr&agrave; delle scene di Gi&ograve; Forma.</p><p><strong>L&rsquo;ingresso alla diretta &egrave; libero fino ad esaurimento posti: per prenotare &egrave; possibile telefonare al 02 49524744 o inviare una mail a&nbsp;<a target="_blank" href="mailto:info@museowow.it">info@museowow.it</a></strong></p><p><strong>Il collegamento con il&nbsp;<a target="_blank" href="http://www.teatroallascala.org/it/index.html">Teatro alla Scala</a>&nbsp;inizier&agrave; alle 17:45, l&rsquo;inizio dell&rsquo;opera &egrave; previsto per le 18:00. La durata dello spettacolo &egrave; 2 ore e 25 minuti (incluso intervallo).</strong></p><p><strong>Dal 7 dicembre al 5 gennaio sar&agrave; inoltre possibile ammirare le tre tavole&nbsp;originali realizzate appositamente per WOW Spazio Fumetto da tre grandi protagonisti della nona arte: Milo Manara, Simone Bianchi e Fabio Celoni (mostra a ingresso libero).</strong></p>

Prima della Scala: la Tosca a WOW Spazio Fumetto

07 dicembre 2019 2019

Sabato 7 dicembre 2019, a partire dalle ore 17.45, nell’ambito delle manifestazioni inserite nella Prima Diffusail museo ospiterà la proiezione su megaschermo dell’opera “Tosca” di Giacomo Puccini trasmessa in diretta dal Teatro alla Scala. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti: prenotazioni a info@museowow.it / 02 49524744.
Prima diffusa è un progetto di Comune di Milano ed Edison per far vivere la Prima della Scala in tutta la città, il 7 dicembre e non solo.

Con la nuova produzione di Tosca nell’edizione critica di Roger Parker per Ricordi, il Direttore Musicale Riccardo Chailly continua il percorso di presentazione delle opere di Giacomo Puccini alla luce delle ricerche musicologiche più recenti, con cui ha già riportato alla Scala Turandot, La fanciulla del West, Madama Butterfly e Manon Lescaut. Se nel corso dei decenni l’opera di Gioachino Rossini e Giuseppe Verdi è stata ripensata grazie alle edizioni critiche e all’esame delle varianti, i capolavori di Giacomo Puccini sono stati finora presentati in versioni che recavano spesso inconsapevolmente le incrostazioni della tradizione. Di qui l’importanza della proposta: ma questa Tosca inaugurale sarà innanzitutto una festa della musica, grazie anche alle voci superbe di Anna Netrebko, Francesco Meli e Luca Salsi, e del teatro con il ritorno di Davide Livermore, già applauditissimo per Attila il 7 dicembre 2018, che si avvarrà delle scene di Giò Forma.

L’ingresso alla diretta è libero fino ad esaurimento posti: per prenotare è possibile telefonare al 02 49524744 o inviare una mail a info@museowow.it

Il collegamento con il Teatro alla Scala inizierà alle 17:45, l’inizio dell’opera è previsto per le 18:00. La durata dello spettacolo è 2 ore e 25 minuti (incluso intervallo).

Dal 7 dicembre al 5 gennaio sarà inoltre possibile ammirare le tre tavole originali realizzate appositamente per WOW Spazio Fumetto da tre grandi protagonisti della nona arte: Milo Manara, Simone Bianchi e Fabio Celoni (mostra a ingresso libero).

Sabato 7 dicembre 2019, a partire dalle ore 17.45, nell’ambito delle manifestazioni inserite nella Prima Diffusail museo ospiterà la proiezione su megaschermo dell’opera “Tosca” di Giacomo Puccini trasmessa in diretta dal Teatro alla Scala. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti: prenotazioni a info@museowow.it / 02 49524744.
Prima diffusa è un progetto di Comune di Milano ed Edison per far vivere la Prima della Scala in tutta la città, il 7 dicembre e non solo.

Con la nuova produzione di Tosca nell’edizione critica di Roger Parker per Ricordi, il Direttore Musicale Riccardo Chailly continua il percorso di presentazione delle opere di Giacomo Puccini alla luce delle ricerche musicologiche più recenti, con cui ha già riportato alla Scala Turandot, La fanciulla del West, Madama Butterfly e Manon Lescaut. Se nel corso dei decenni l’opera di Gioachino Rossini e Giuseppe Verdi è stata ripensata grazie alle edizioni critiche e all’esame delle varianti, i capolavori di Giacomo Puccini sono stati finora presentati in versioni che recavano spesso inconsapevolmente le incrostazioni della tradizione. Di qui l’importanza della proposta: ma questa Tosca inaugurale sarà innanzitutto una festa della musica, grazie anche alle voci superbe di Anna Netrebko, Francesco Meli e Luca Salsi, e del teatro con il ritorno di Davide Livermore, già applauditissimo per Attila il 7 dicembre 2018, che si avvarrà delle scene di Giò Forma.

L’ingresso alla diretta è libero fino ad esaurimento posti: per prenotare è possibile telefonare al 02 49524744 o inviare una mail a info@museowow.it

Il collegamento con il Teatro alla Scala inizierà alle 17:45, l’inizio dell’opera è previsto per le 18:00. La durata dello spettacolo è 2 ore e 25 minuti (incluso intervallo).

Dal 7 dicembre al 5 gennaio sarà inoltre possibile ammirare le tre tavole originali realizzate appositamente per WOW Spazio Fumetto da tre grandi protagonisti della nona arte: Milo Manara, Simone Bianchi e Fabio Celoni (mostra a ingresso libero).

Sabato 7 dicembre 2019, dalle ore 17:45
Ingresso libero fino a esaurimento posti – per prenotazioni 02 49524744 / info@museowow.it

Eventi collegati